DUE PAROLE COL VINCITORE DEL TITOLO CODE CHAMPION 2022

da

Le luci sul Code in the Dark si sono abbassate da poche settimane. Stessa location, ARGO 16, stesso format internazionale dedicato ai frontendisti, per un ritorno grandioso dopo i due anni forzati di stop, che registra una partecipazione di pubblico oltre ogni aspettativa.

Una trentina di ottimi concorrenti si sono sfidati fino all’ultima riga di codice, ma come per tutte le gare, c’è sempre e solo una persona che si aggiudica il primo scalino del podio.
Quest’anno l’onore – guadagnato col sudore sul campo – è andato a Federico Cappellotto che ha partecipato con il nickname The Real Fede strappando agli altri concorrenti l’ambito titolo di “CODE CHAMPION 2022” .

Non vediamo l’ora di tornare l’anno prossimo con tante novità, nel mentre due parole con il neo vincitore.
Buona lettura!

CITD2022 code

CIAO! RACCONTACI IN POCHE RIGHE CHI SEI E COSA FAI?

Ciao!
Sono Federico (forse ora meglio conosciuto come TheRealFede 😅), 25 anni sulle spalle, e mi occupo dello sviluppo della parte front-end e della gestione di un piccolo team di junior developer all’interno di una web agency.


QUAL È LA TUA PASSIONE?

Di passioni ne ho varie, oltre a quella del codice, a cui dedico tempo anche fuori dalle ore lavorative. 

Direi che ho due passioni principali in cui cerco di investire molto tempo e risorse, e che per un certo senso porto avanti allo stesso modo: la musica e il cinema. Amo scoprire e ricercare artisti poco conosciuti, ballare ai concerti, andare in sala cinematografica, collezionare cd, vinili e dvd.


QUANTO HAI TROVATO DIFFICILE IL CONTEST?

La sfida è stata sicuramente complessa, i layout da riprodurre, in particolare quello della finale, non erano per nulla semplici, e il livello di tutti gli sviluppatori era alto. E soprattutto quando si tratta di HTML, non potendo vedere l’anteprima, l’errore è sempre dietro l’angolo, può bastare un tag chiuso male, che si rompe l’intera pagina.

CITD2022


COME TI SEI SENTITO NEL PASSARE I ROUND E POI ARRIVARE PRIMO?

Non me lo aspettavo minimamente, ho partecipato alla sfida diciamo per gioco, dopo che mi ha invitato un amico e collega (anche lui arrivato in finale), e non avevo precisamente idea di come funzionasse il contest.

Fortunatamente una volta seduto davanti all’editor, anche grazie alla musica che ha aiutato a concentrarmi, il codice ha iniziato a fluire e prendere forma.


LA GLORIA ETERNA SI PUÒ DIRE CHE L’HAI CONQUISTATA. ORA, COSA CI FARAI CON I SOLDI DEL MONTEPREMI?

Vorrei dirvi che li ho messi via per pagare parte della rata del mutuo, ma ho ceduto e acquistato una Nintendo Switch che bramavo da un po’ di tempo, ahahah!


HAI CONOSCIUTO ALTRI SVILUPPATORI NEL CORSO DELLA SERATA?

Certo, c’era una bellissima atmosfera, ho conosciuto e scambiato due chiacchiere con altri partecipanti, è sempre bello trovarsi all’interno di una community che ha una passione così in comune. Credo infatti che la community degli sviluppatori sia una tra le più coese e organizzate, è un attimo trovare all’interno di qualche forum “colleghi” pronti ad aiutarti.

CITD2022 sala


LE TRE COSE CHE TI SONO PIACIUTE DI PIÙ DELL’EVENTO.

Ho trovato l’evento molto ben organizzato, sia per quanto riguarda il contest, sia per quanto riguarda l’intrattenimento, anche per chi non partecipava alla gara.
Luci e musiche erano davvero azzeccate per il tipo di serata. Come ultima cosa, mi prendo questa piccola licenza in qualità di vincitore e vi dico la pizza gratis, ahahah 🍕


Ci si becca l’anno prossimo, vado a studiarmi a memoria le 256 sequenze RGB!

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? LEGGI ANCHE:

Chi ha paura del buio? Code in the Dark, in arrivo la terza strabiliante edizione
Code in the Dark, Fabrizio Calderan è Code Master 209
Superhero Gym, una CTF per supereroi


Blog

DESIGN FOR HUMANITY / PROGETTARE PER GLI ESSERI UMANI

DESIGN FOR HUMANITY / PROGETTARE PER GLI ESSERI UMANI

Quando si progetta un prodotto, la prima cosa che si fa è conoscere le persone che lo useranno.  I prodotti sono pensati per essere utilizzati da milioni di persone, ma in realtà ogni interazione tra il prodotto/fruitore è personale.  Spesso si tende a...

UN NUOVO ATTERRAGGIO: BENVENUTO NUOVO BRAND

UN NUOVO ATTERRAGGIO: BENVENUTO NUOVO BRAND

PRONTI AD ANDARE SU MARTE? È da molto tempo che ci lavoriamo. Ma come dire, ora era proprio il momento giusto.Eccolo, il nostro nuovo marchio, che giunge al culmine di un lungo lavoro compiuto sull’identità del brand. Questo indirizzo rinnovato riflette il fatto...