fbpx

SMART METER: L’UTENTE AL CENTRO TRA PIATTAFORME MULTI-UTILITY E EMS

Insight

SMART METER: L’UTENTE AL CENTRO TRA PIATTAFORME MULTI-UTILITY E EMS

L’utente e i suoi bisogni al centro del sistema. Ma cos’è e a cosa serve lo Smart Meter che sta imprimendo un’evoluzione nel settore delle utility, partendo dal campo energetico per espandersi ai fornitori di gas e acqua.

Nuove opportunità nel settore significano nuove prospettive che si portano dietro nuovi sforzi per aumentare la competitività. Di conseguenza le aziende che oggi offrono tecnologie all’avanguardia portando avanti lo sviluppo delle Smart Grid, devono creare un’architettura di monitoraggio multi-utility e multi servizi flessibile, basata su sistemi integranti più providers.

Inoltre, per riconoscere ad un utente sempre più consapevole dei propri consumi e anche più partecipe, una maggiore autonomia, le aziende dovranno fornire dispositivi hardware e software in grado di portare avanti un dialogo utente-sistema. Una nuova concezione di business che prevede un maggiore accesso ai consumi per gli utenti e per le aziende da PC, smartphone e tablet.

COS’È LO SMART METER?

La partecipazione attiva dei consumatori nel mercato energetico è in crescita costante trasformando le loro priorità in un aspetto centrale attorno al quale far ruotare il potenziamento di una rete intelligente. Come gestire in maniera fluida la comunicazione? La soluzione si chiama Smart Meter e permette agli utenti di conoscere fino in fondo i consumi di gas, energia e acqua. Costi minori basati su consumi reali. Non solo, consente di gestirli in maniera altrettanto semplice.

È quello strumento che, all’interno della Smart Grid, garantisce una comunicazione bidirezionale consumatori-utilities. Indubbiamente un sistema utile, perché dà la possibilità al rivenditore di contattare a distanza l’utenza e, a quest’ultimo, di inviare al gestore le letture dei dati degli apparecchi domestici.

Un contatore intelligente si differenzia da quelli tradizionali perché registra i consumi ad intervalli regolari, e comunica le informazioni sia alle compagnie di distribuzione e produzione che al consumatore, per un monitoraggio e una fatturazione in tempo reale o quasi.

Un unico mezzo costituito da diversi dispositivi di controllo, sensori per identificare i parametri e dispositivi utilizzati per trasferire dati e segnali di comando. Possibili problemi che potrebbero sorgere nel monitoraggio delle caratteristiche di utilizzo dell’energia, del carico e delle prestazioni sulla rete, si risolveranno nelle reti di distribuzioni intelligenti.

Non solo. Con l’integrazione del sistema anche nei sistemi di gestione dell’energia domestica – Home Energy Management Systems – lo Smart Meter fornisce, attraverso protocolli di comunicazione, informazioni correlate al flusso e prezzo dell’energia.

E LO SMART METERING?

Quando si parla di attività di monitoraggio dati e informazioni, stiamo parlando di Smart Metering. Un sistema intelligente che raccoglie informazioni dal contatore facendo uso delle tecnologie e del digitale per generare, elaborare e sfruttare al meglio questi dati.

Questa “misurazione intelligente” si avvale di strumenti di controllo e di rilevamento che grazie alla connessione internet (IoT, dunque) possono interagire tra loro per una maggiore efficienza e comunicare in real time i dati acquisiti; il risultato è una gestione rapida e precisa.

I VANTAGGI DELLO SMART METER

Valutazioni più precise e una maggiore consapevolezza sulla propria spesa. Ciascuno di noi grazie allo Smart Meter e ai suoi appositi sensori potrà effettuare un monitoraggio costante.

Un vantaggio tira l’altro e i termini di paragone aumentano:

  • riduzione dei costi per le letture e le operazioni di gestione del contratto (es., cambio fornitore, disattivazione etc.) che sono effettuate in modo automatico e a distanza, e con maggiore frequenza, senza un intervento in loco dell’operatore;
  • promozione dell’efficienza energetica e dell’uso razionale delle risorse;
  • migliore gestione della rete e migliore individuazione delle perdite tecniche e commerciali;
  • inclusione dell’utente, così realmente al centro del processo, nel contesto della gestione della rete intelligente.

LE PIATTAFORME MULTI-UTILITY

In una stessa architettura diversi servizi, così le piattaforme multi-utility si stanno conquistando il campo. Finora il settore delle utility si è caratterizzato per aziende che gestivano i diversi servizi (elettricità, gas o acqua) in maniera separata. Ora il panorama è mutato e un cliente consapevole in concerto con tecnologie intelligenti, come Smart Meter, Big Data o IoT, ha richiesto un diverso sistema. Importante quindi la caratterizzazione a livello orizzontale che unisce in una stessa architettura i diversi servizi, un’identità fatta di più elementi. Con questa integrazione le utility possono: raccogliere dati sui consumi degli utenti, comprenderne i comportamenti, instaurare un dialogo diretto e fornire servizi creati su misura per loro.

Questa tipologia di piattaforma è sostanzialmente basata sullo Smart Metering consentendo la raccolta di diverse tipologie di dati. Tuttavia, per farlo deve avere le seguenti caratteristiche:

  1. avere un approccio multiservice;
  2. utilizzare gli Smart Meter per elettricità, gas, acqua e riscaldamenti;
  3. includere un building data concentrator, ossia la congiunzione di AMR (Automatic Meter Reading) e AMI(Advanced Metering Infrastructure);
  4. utilizzare la tecnica NIALM (Non Intrusive Appliances Load Monitoring) per profilare i comportamenti degli utenti;
  5. includere strumenti di analisi dei dati;
  6. avere anche un’infrastruttura software per raccogliere i dati eterogenei.

Per poter aggregare le caratteristiche sopra elencate, c’è bisogno di un’architettura multi-layer complessa. Come potete vedere nell’infografica qui sopra, questa è formata da sette livelli:

  • Integration layer: permette l’operazione tra device eterogenei astraendo una certa tecnologia su web services/building data integrator;
  • machine to machine layer – consente la comunicazione di dati tra sistemi e ne  aumenta la scalabilità;
  • storage layer – raccoglie i dati dagli Smart Meter e device IoT;
  • application layer – un set di API  e applicativi per gestire le informazioni dei layer precedenti;
  • security layer – controlla lo stato di sicurezza dei device e dei servizi;
  • user interface platform – permette la visualizzazione dei dati agli utenti;
  • NIALM platform – per la profilazione dei consumi energetici dei consumatori.

EMS, L’INTEGRAZIONE DELL’UTENTE FINALE ALL’INTERNO DI UNA SMART GRID

Velocità. Gli eccezionali sviluppi nelle tecnologie per l’informazione e la comunicazione hanno trasformato la gestione dell’energia nella Smart Grid. I sistemi di gestione energetica – Energy Management System – si posizionano nella parte consumer della Smart Grid in cui gli elettrodomestici (ad es., condizionatore d’aria, lavastoviglie, asciugatrice, frigorifero, fornello e lavatrice) con contatore intelligente possono essere monitorati e controllati per ottimizzare alimentazione e consumo. Il futuro è già qui!

Si apre una strada ad infrastrutture di misurazione avanzate emergenti, in particolare per il monitoraggio dell’utilizzo di elettricità in tempo reale.

Fornitori di utenze sono dunque in grado di avere comunicazioni bidirezionali con gli utenti e di misurare i dettagli dei dati di consumo in tempo reale incoraggiando al contempo i clienti a ottimizzare la loro abitudine di consumo. E qui entrano in campo gli HEMS – Home Energy Management System – che attraverso vari servizi permettono ai consumatori di tenere traccia del consumo energetico ed eseguire l’ottimizzazione per ridurre il costo dell’energia.

Ricapitolando: le informazioni sul consumo energetico che partono da casa dell’utente attraverso lo Smart Meter si possono monitorate tramite un sistema di gestione dell’energia domestica, gli EMS, che consentiranno di visualizzarle in un formato user-friendly direttamente sul computer o sul cellulare. Pertanto con un Energy Management System si risparmia perché si può monitorare il consumo energetico nel dettaglio. Per semplificare. Grazie ad un EMS si può verificare in real time  l’impatto energetico di varie apparecchiature e prodotti elettronici semplicemente monitorando da pc, tablet o cellulare, mentre si accendono e spengono i dispositivi.

2018-02-28T17:04:12+00:00 Scritto da |Categories: Insight|Tags: , |

About the Author:

ULTIMI ARTICOLI

Scritto da | settembre 21, 2018|

ROBOTIC PROCESS AUTOMATION: ARRIVANO I SOFTWARE INTELLIGENTI

Leggi di più

Scritto da | settembre 14, 2018|

LIGHTNING NETWORK, LA PIATTAFORMA CHE RIVOLUZIONA LE TRANSAZIONI

Leggi di più

Scritto da | settembre 7, 2018|

HOME WORKING PER MAMME? SÌ, GRAZIE.

Leggi di più